Venerdì, 30 Settembre 2022

Che razza di geni!

La voce della grande madre. Che razza di geni!

Il 12 maggio 1998 il Parlamento Europeo ha approvato la "Direttiva sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche", (adottata dal Consiglio dell'UE il 26/2, e pubblicata col numero 98/44 CE, nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee L 213, del 31/7/98, pp. 13-21), che autorizza la brevettazione di interi organismi, nonché di parti, organi e geni di qualsiasi essere vivente, compreso l'uomo, senza alcuna necessità di informare il "donatore" o di procurarsi il suo consenso.

LA RISPOSTA DEI MASCHI SELVATICI

I Maschi selvatici amano la natura. Di più: ne riconoscono e ne venerano lasacralità. Vedono nella natura, nella selva, nella Wilderness il luogo dove tornare e da dove ripartire nel probabilmente non breve ma - per il maschio occidentale - ineludibile percorso di ri/costruzione di una identità maschile fiera e consapevole del proprio destino. Proprio per questo i Maschi selvatici sono contrari ad ogni forma di manipolazione genetica, che vivono come indebita manipolazione anche dei propri coglioni. Di seguito trovate il risultato di una ricerca condotta da Greenpeace sulle ditte italiane. I Maschi Selvatici invitano a boicottare, fino ad evidenza contraria, quelle che non garantiscono il non ricorso a organismi geneteicamente monipolati. Per leggere la critica a questa direttiva che Dario Fo ha inserito nel suo discorso all'Accademia di Svezia durante la cerimonia di consegna del Premio Nobel per la letteratura del 1997, clicca qui.