Martedì, 15 Giugno 2021

Appello: salviamo migliaia di suicidi e tragedie

Firenze, 1 Ottobre 2008
URGENTE: lettera aperta ai Parlamentari italiani

www.lagazzettadelmezzogiorno.it


“c’è una bomba” poliziotto blocca aereo per riavere i figli

Signori Parlamentari,

giusto pochi giorni fa (TG1 27.9.08) un padre pisano si è suicidato portando con se i due figli, la sorella ha testimoniato “da tempo la ex moglie lo minacciava di non fargli vedere mai più i figli”. Ieri un padre a Bari ha bloccato un aereo ed allarmato l’aeroporto per evitare che la ex moglie si dileguasse (aveva deciso di andarsene a Torino e portare via i figli) ora quest’uomo, oltre a non avere più la famiglia, ha la carriera rovinata.

Capisco lo stato d'animo di questi uomini perchè a suo tempo anche la mia ex. minacciò di andare via da Firenze con mia figlia, evitai la cosa per miracolo. Conosco personalmente decine di padri che hanno ricevuto questa minaccia, spesso poi effettivamente messa in atto.

Non dobbiamo vergognarci a dire ciò che già rilevato dalle statistiche: in Italia migliaia di donne ricattano i propri ex. e letteralmente si "impossessano" della prole aggiungendo ad un fatto già economicamente ed emotivamente drammatico, come un divorzio, ulteriore disperazione spesso fatale (fonte LA7).

In Italia OGNI 3 GIORNI circa un padre si suicida a causa della separazione e sottrazione dei figli (fonte Istat/Eurostat)

Quanti padri di famiglia ancora dovranno deprimersi, rovinarsi, suicidarsi, prima che si arrivi a capire che togliere senza motivo i figli ad un genitore è un crimine contro l’umanità?

A voi Signori dico: così perdete il controllo (e la vita) di molti dei vostri cittadini onesti. Vi voglio ricordare che la DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO firmata nel 1948 da tutti gli stati europei: "indispensabile che i diritti dell'uomo siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l'uomo sia costretto a ricorrere come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l'oppressione"

SOLUZIONI URGENTI:

- revisione della legge 54/06 che imponga ai giudici di applicare un VERO ED EQUO AFFIDO CONDIVISO (e non come spesso avviene ancora oggi: cambia il nome restano le modalità dell’esclusivo)
- revisione della legge 54/06 che preveda la mediazione, la separazione mite, la doppia residenza dei figli.
- istituire (ci sono già proposte, chi non le conosce mi contatti) il reato di impossessamento di minore.

Io Signori vi scrivo perchè da uomo e cittadino italiano responsabile non voglio avere sulla coscienza migliaia di padri e figli che ogni anno muoiono o si avviano verso la disperazione, la depressione.

Spero che anche voi non vorrete avere sulla coscienza tutte queste vittime innocenti, vostri stessi cittadini italiani, potrebbero essere vostri fratelli, vostri padri, vostri figli.

Per qualsiasi motivo sono a vostra disposizione.
La cosa più importante ora è non stare più a guardare.

FABIO B. / autorizzo divulgazione dei contenuti
responsabile del portale nazionale
www.paternita.info

 

 

[ 1 ottobre 2008]